Con l’adozione della delibera n.164 del 26 gennaio, l’ASP di Ragusa potrà procedere alla stipula di una nuova convenzione, della durata di un anno, con l’ASP di Catania, per garantire le prestazioni di odontoiatria riabilitativa a favore di pazienti con disabilità fisica, psico-fisica o psichiatrica, non collaboranti alle cure, affetti da patologie odontostomatologiche. Il provvedimento fa seguito alle richieste inoltrate dalla Direzione strategica nel maggio e nel settembre scorso. L’attività consiste in uno screening diagnostico odontoiatrico ed eventuale intervento riabilitativo oro-buccale, da svolgersi presso la sala operatoria individuata presso l'ospedale “Maria Paternò Arezzo” di Ragusa Ibla.

L’équipe che effettuerà gli interventi sarà guidata dal professore Giuseppe Spampinato, direttore dell’Unità operativa complessa di Odontoiatria Speciale presso il P.O. “Santa Venera e Santa Marta” di Acireale. L’ASP di Ragusa metterà a disposizione quattro posti letto presso il reparto di Otorinolaringoiatria e alcune unità di personale (infermieri, operatori socio-sanitari e operatori tecnici) per tutte le necessità del caso.

“L’attività - spiega il Commissario straordinario dell’ASP, Fabrizio Russo - verrà svolta mediamente con un accesso mensile in giornate da concordare. Ringrazio il Commissario dell’ASP di Catania, Maurizio Lanza, e il prof. Spampinato per avere aderito alla nostra proposta e ad una richiesta proveniente dal territorio ragusano. Grazie a questa convenzione, fondata su trattamenti altamente specialistici e professionalità di valore, saremo in grado di garantire la continuità assistenziale ai pazienti con disabilità che sono affetti da questo genere di patologia”.